Intervista con “The Audiophile Group” su Facebook

[La pagina Facebook di The Audiophile Group]

Un gruppo davvero “social”

[English version here]

The Audiophile Group
Autore: Richard Varey - TNT Nuova Zelanda
Pubblicato: Marzo, 2017
Traduttore: Roberto Felletti

Un fenomeno tipico dell'era di Internet è la crescita di esperti-appassionati cultori dell'hobby dell'audio che fanno sentire la propria voce e che sono seguiti da un pubblico. Questo articolo è un'intervista con un esponente di questa categoria di persone nel panorama internazionale dell'hifi online. Permettetemi di presentarvi Coury James Hodges, fondatore del gruppo The Audiophile Group su Facebook. Recentemente, ho potuto fare quattro chiacchiere con Coury sulla crescita della comunità online da lui fondata.

[Coury James Hodges, fondatore di The Audiophile Group]

Richard: «Coury, che cos'è “The Audiophile Group”?»
Coury: «È un gruppo Facebook, in crescita, aperto a chiunque desideri parlare di cuffie, amplificatori, recensioni di apparecchiature e qualsiasi cosa riguardi la musica.»

Richard: «Raccontaci come è nato».
Coury: «Ho creato il gruppo perché sono un grande appassionato di apparecchiature audio, oltre che di musica. La mia intenzione era creare un gruppo in cui gli appassionati audio avrebbero potuto iscriversi e condividere le loro conoscenze, e acquisirne da altre persone. Il gruppo è rimasto un'idea per circa sette anni, prima che fossi abbastanza fiducioso da concretizzare la cosa.»

Richard: «Facendone parte io stesso, ho visto il gruppo crescere rapidamente»
Coury: «Quando ho creato il gruppo, poco più di due anni fa, non avrei mai pensato che avrebbe avuto così tanto successo! Mi sarei aspettato, forse, 20-50 membri.»

Richard: «Come sei riuscito a raccogliere così tante adesioni di appassionati?»
Coury: «Non avevo mai fatto pubblicità in vita mia. Avrò pubblicato, forse, una mezza dozzina di annunci ad effetto, pubblicizzando il link al gruppo, e poi ho cominciato a ricevere sulle 40-50 richieste di adesione al giorno!»

Richard: «Quindi avrai avuto parecchio lavoro da sbrigare.»
Coury: «È stata dura. Non avevo mai gestito nulla di simile in vita mia e non avevo la benché minima esperienza per far sì che il progetto avesse successo. Soprattutto un gruppo su Facebook. Mentre il gruppo cresceva, dovevo imparare a gestirlo e renderlo piacevole. Ero l'unico amministratore del gruppo, fino a quando i membri non hanno raggiunto quota 4.600. Mi dedicavo al gruppo, restando a disposizione la maggior parte del tempo per gestire ogni cosa.»

Richard: «Qual è lo spirito del gruppo?»
Coury: «I membri mostrano molto rispetto, anche perché cerco sempre di mantenere un clima di allegria e rilassatezza. Non permetto un linguaggio scurrile e nemmeno umiliazioni, offese e altri comportamenti simili. Sono sempre stato, e lo sono tuttora, molto selettivo su chi ammettere e tenere nel gruppo.»

Richard: «E ora hai un gruppo molto importante e attivo a livello internazionale.»
Coury: «Sì. Molti membri sostengono che The Audiophile Group sia il migliore, e nel corso degli ultimi due anni ha avuto enorme successo. Attualmente, gli appassionati iscritti sono più di 8.500.»

Richard: «Coury, è valsa la pena fare tutto questo lavoro?»
Coury: «Il fatto di aver speso così tanto tempo, e dedizione, per il gruppo mi ha ripagato immensamente. Il mio interesse per l'audio cominciò con un CD Walkman, un amplificatore per cuffia Behringer da 50 dollari e una cuffia Sennheiser HD595. Grazie a questa mia passione per la musica e l'audio, ho iniziato ad essere conosciuto nel mondo audiofilo. Ero un semplice membro del gruppo Facebook Head-fi.org, e disponevo di un impianto molto semplice, nulla di esoterico. Ho sempre avuto un grandissimo interesse per le cuffie e volevo conoscere di tutto e di più su di esse.»

Richard: «E ora come vanno le cose?»
Coury: «Nel corso dei prossimi due mesi dovrò realizzare delle videorecensioni per AV Showrooms che, oltretutto, mi ha nominato “Audiofilo dell'Anno - 2015”, proprio per il mio forte interesse in questo campo.»

[L'impianto di Coury]

Richard: «Devi essere fiero dei risultati conseguiti.»
Coury: «Nella vita ho imparato che riceviamo in proporzione a quanto diamo. A lungo termine, il duro lavoro e la dedizione pagano sempre.»

Richard: «Attualmente ti vedo in alcune riviste prestigiose. Raccontaci qualcosa.»
Coury: «Apparire nelle pubblicità dei cavi per cuffia Kimber Kable Axios è un bel risultato. Anche comparire su Stereophile e The Absolute Sound, oppure essere citato nelle pubblicità di The Audiophile Voice, è stato molto importante per me! Bisogna sempre puntare in alto, nella vita; a lungo termine risulta vincente.»

Richard: «Con il crescere del gruppo hai notato cambiamenti negli interessi dei membri?»
Coury: «Credo che attualmente i membri apprezzino il gruppo ancora di più. Gestisco un gruppo di un certo livello, in cui i membri mostrano rispetto gli uni con gli altri, permettendo a ciascuno di porre domande e condividere consigli, senza mettere nessuno in soggezione.»

Richard: «Cosa spinge la gente ad iscriversi al tuo gruppo?»
Coury: «I membri hanno mostrato maggior interesse nel corso degli ultimi sei mesi, o giù di lì, e molti lo considerano il miglior gruppo su Facebook. La maggioranza degli audiofili è interessata ad iscriversi, ma io sono molto selettivo su chi ammettere nel gruppo.»

Richard: «Cosa prevedi per il gruppo, in futuro?»
Coury: «Spero di raggiungere quota 10.000 iscritti nel giro di 6-8 mesi, e dovrò anche realizzare delle videorecensioni per AV Showrooms; spero di riuscire a condividere le mie conoscenze con i miei iscritti. Ora, il mio scopo principale è promuovere il gruppo, attraverso il passaparola, per trovare potenziali adepti.»

Richard: «Hai delle storie particolarmente memorabili, oppure insolite, da raccontarci?»
Coury: «La cosa buffa è che all'inizio, quando l'avevo creato, avevo chiamato il gruppo The Audiophile Forum; dopo, forse, tre giorni mi ero detto “questo è un gruppo, non un forum”, così scelsi The Audiophile Group. Se ci penso, all'inizio il gruppo contava tre membri più il sottoscritto e, con una pubblicità davvero efficace, sono riuscito ad attrarre altri potenziali membri. Ho sempre fatto in modo che il gruppo fosse interessante e unico, e mai avrei pensato che sarebbe diventato ciò che è oggi. Al massimo, pensavo che avrei avuto una trentina di adesioni, ma alla fine ho superato il centinaio! Poiché continuavo a pubblicizzarlo, il gruppo non poteva che ingrandirsi ed espandersi. Ogni volta che guardo il gruppo e ciò che viene scritto, con i suoi membri di alto profilo, non posso fare a meno di pensare che chiunque può ottenere ciò che vuole; basta solo impegnarsi.»

Richard: «Prima di lasciarci, parlaci del tuo impianto.»
Coury: «Le mie apparecchiature per l'ascolto in cuffia sono di livello high-end. Mi ci sono voluti, credo, sette anni per mettere insieme quello che ora possiedo. In breve, il mio impianto comprende: la cuffia Beyerdynamic Tesla T1, la cuffia Sennheiser HD650 con cavo Kimber Kable Axios, la meccanica CD Marantz CD5004 e il DAC Schiit Bifrost ÜBER. Inoltre, utilizzo cavi di segnale Luminous Audio Monarch 2 e un cavo Toslink in fibra di vetro che collega il Marantz e il Bifrost. In aggiunta, uso il sistema di alimentazione bilanciata Core Power Technologies EQUI=CORE 300. Possiedo anche una cuffia Beyerdynamic DT990 e un condizionatore di rete Furman M8-x2 che utilizzavo prima di adottare l'EQUI=CORE. Inoltre, possiedo due supporti per cuffia Sieveking Sound Omega, uno per la Tesla T1 e l'altro per la Sennheiser HD650.»

Desidero ringraziare Coury per averci parlato del suo The Audiophile Group e gli faccio i miei migliori auguri per i futuri impegni nel settore dell'audio e dell'hi-fi.

[Trovaci su Facebook!]

© Copyright 2017 Richard Varey - richard@tnt-audio.com - www.tnt-audio.com