Streaming con QOBUZ

qobuz1

Servizi di musica online

Recensore: Mattia Bellinzona - TNT Svizzera
Pubblicato: Dicembre 2015
Impaginazione html: Stefano Miniero

Introduzione

Negli ultimi anni abbiamo assistito al continuo declino della vendita dei supporti fisici, CD in particolare. In un primo tempo questo è stato compensato da una crescita dei file scaricati a pagamento (o meno). Ultimamente però i servizi di streaming sembrano destinati a diventare la sorgente musicale per eccellenza. Notevole è l'eccezione del vinile. Le vendite dei dischi neri crescono a ritmi del 100-200% ma rappresentano in termini assoluti una parte molto piccola del mercato globale.

Nell'ambito dei servizi di streaming troviamo numerosi prodotti che si assomigliano per offerta, qualità e prezzi. Due tra questi, ovvero Qobuz e Tidal (già testato qui su TNT-Audio), si differenziano dagli altri perché offrono la possibilità di ascoltare i file in formato lossless. Di seguito parleremo del servizio di Qobuz.

QOBUZ è una azienda francese particolarmente specializzata nei titoli di musica classica. Offre ai suoi clienti un servizio Basic, un servizio Classic (solo classica in lossless), un servizio Premium, ed i servizi HiFi che sono appunto in formato non compresso. Il top di gamma è rappresentato dal servizio Sublime che offre streaming in qualità CD e la possibilità di acquistare titoli in alta risoluzione a prezzi ridotti. Molto recentemente si è aggiunta la possibilità di effettuare streaming in alta definizione. Tutti i servizi sono basati su abbonamento mensile, mentre quello per Sublime è annuale. Per tutti esiste l'opzione del pagamento singolo annuale, per risparmiare qualcosa. Da notare che Qobuz è disponibile in Italia ma non in lingua italiana (solo Francese, Inglese, Tedesco). Per i prezzi attuali potete visitare il sito. Attualmente si va dai circa 7 EUR/mese per Basic ai 279 EUR/anno per Sublime.

Come funziona

A questo riguardo sottolineo che l'azienda fornisce una app per Android ed una per iOS. Causa incapacità di Airplay di trasferire files in alta risoluzione, è necessario utilizzare un collegamento fisico con un DAC (ovviamente solo per streaming HiRes). Questo non è necessario con dispositivi Android. Ho provato solo iOS con iPhone e iPad. Non ho provato la app per Android.

Un altro aspetto riguarda il fatto di essere preinstallata sui dispositivi Cocktail Audio (CA). In sostanza, una volta in possesso di un account, si può partire. L'interfaccia viene pilotata dal CA stesso. Se usate il CA trovate la app per default sotto il menu i-service. Una volta entrati, trovate la normale funzione di ricerca, una serie di tracks raccomandate (editor's choice, download frequenti...), ricerche effettuate e salvate sotto forma di collezioni con nome a scelta. Nello scegliere vi troverete di fronte ad un grosso catalogo, con preferenza per il repertorio classico. La ricerca è disagevole perché il motore di ricerca funziona in modo poco intuitivo. La ricerca per autore funziona benino, ma autore e brano insieme, malissimo. La ricerca per brano a volte porta a valanghe di risultati e bisogna faticare per trovare quello esatto.

I brani dei Beatles sono un esclusiva di iTunes, quindi non sono disponibili nel catalogo Qobuz. Ma se li cercate, questo non vi viene detto. Non li trovate e basta. Quindi lo stesso avviene per altri che non sono disponibili. Non si trovano ma non si sa perché. La ricerca con CA è peggiorata dal fatto che il telecomando è poco adatto ad immettere testo. Lentissimo! Se cercate i Beach Boys trovate molti risultati, ma dovete faticare per trovare tra questi The Beach Boys, che sono ovviamente il vostro obiettivo. Basta dimenticare l'articolo The e si avranno problemi.

Se usate la app iOS (iPhone o iPad) le cose vanno meglio, ma la ricerca non d´ ovviamente risultati diversi. Migliore è la user-experience, perché potrete scrivere il testo più agevolmente. La musica parte quasi subito. Con iOS potete poi usare airplay. Funziona benissimo col CA X30. In sostanza accendete tutto, con iPhone o iPad selezionate airplay, quindi il CA, poi andate nella app di Qobuz e si parte. Col CA invece andate su i-Service e poi in Qobuz. Non ho ancora provato files in HiRes.

[screenshot]

Come suona

Ottimamente. Punto. Non ho notato nessuna differenza con brani da CD o rippati su HD. Ho fatto pochi confronti con formato a 320 kps, durante i quali non sono riuscito a sentire differenze sostanziali. Può essere deludente per l'audiofilo incallito ma significa che Qobuz è qualitativamente valido anche in modalità compressed.

Nei miei tests ho ascoltato per ore diversi generi musicali. Unico problema: breve interruzione dovuta al server/provider. Ma è successo molto di rado. I brani ascoltati attraverso iOS sono poi disponibili sul dispositivo usato offline. Quindi riascoltabili anche se siete in giro ma in MP3 (questo è abbastanza ovvio data la dimensione di files lossless che riempirebbero lo smartphone in poco tempo). Da notare che lo streaming in modalità wireless richiede una rete funzionante e stabile. Basta un conflitto col router e l'esperienza si degrada. Questa considerazione vale per lo streaming in generale e certamente non riguarda solo Qobuz.

[apple tv]

Pregi e difetti

Tra i pregi, annovero l'ottima qualità sia in modalità lossy che lossless ed un bel catalogo di musica classica. Poi ci sono diverse fasce di prezzo tra cui scegliere. Inoltre il funzionamento è molto sicuro e c'è un ottimo feedback dell'azienda (sia in francese, sia in tedesco).
Purtroppo il prezzo è elevato ed il motore di ricerca è inefficiente e poco trasparente. Anche il catalogo appare limitato nella scelta di musica contemporanea. Inoltre la App per Cocktail Audio sembra mal implementata. Ho contattato Qobuz in diverse occasioni ed il feedback è comunque stato ottimo.

Giudizio complessivo

Lo streaming rappresenta una nuova esperienza musicale. Tutto e sempre a disposizione. Certamente al momento è difficile dare un consiglio sul miglior provider: usate il periodo di prova e poi fate i vostri conti. Se cercate qualità, lossless e hiRes, Qobuz è (quasi) imbattibile.

[Trovaci su Facebook!]

Copyright 2015 Mattia Bellinzona - mattia@tnt-audio.com - www.tnt-audio.com